Riflessione sul Vangelo domenicale [archivio]

VI Domenica T.O. Anno A
16 Febbraio 2020

Dal Vangelo secondo Matteo (5, 17-37)

"Non dovete pensare che io sia venuto ad abolire la legge di Mosè e l’insegnamento dei profeti. Io non sono venuto per abolirla ma per compierla in modo perfetto. Perché vi assicuro che fino a quando ci saranno il cielo e la terra, nemmeno la più piccola parola, anzi nemmeno una virgola, sarà cancellata dalla legge di Dio; e così fino a quando tutto non sarà compiuto. Perciò, chi disubbidisce al più piccolo dei comandamenti e insegna agli altri a fare come lui, sarà il più piccolo nel regno di Dio. Chi invece mette in pratica i comandamenti e li insegna agli altri, sarà grande nel regno di Dio. Una cosa è certa: se non fate la volontà di Dio più seriamente di come fanno i farisei e i maestri della Legge, non entrerete nel regno di Dio». Sapete che nella Bibbia è stato detto ai nostri padri: Non uccidere. Chi ucciderà sarà portato davanti al giudice. Ma io vi dico: anche se uno va in collera contro suo fratello sarà portato davanti al giudice. E chi dice a suo fratello: “Sei un cretino” sarà portato di fronte al tribunale superiore. Chi gli dice: “Traditore” sarà condannato al fuoco dell’inferno. Perciò, se stai portando la tua offerta all’altare di Dio e ti ricordi che tuo fratello ha qualcosa contro di te, lascia lì l’offerta davanti all’altare e vai a far pace con tuo fratello; poi torna e presenta la tua offerta. Così, se stai andando con il tuo avversario in tribunale, fa’ presto a metterti d’accordo con lui, perché può consegnarti alle guardie per farti mettere in prigione. Ti assicuro che non uscirai di là, fino a quando non avrai pagato anche l’ultimo centesimo. Sapete che nella Bibbia è stato detto: Non commettere adulterio. Ma io vi dico: se uno guarda la donna di un altro perché la vuole, nel suo cuore egli ha già peccato di adulterio con lei. Se il tuo occhio destro ti fa compiere il male, strappalo e gettalo via: ti conviene perdere soltanto una parte del tuo corpo, piuttosto che essere gettato tutto intero all’inferno. Se la tua mano destra ti fa compiere il male, tagliala e gettala via: ti conviene perdere soltanto una parte del tuo corpo, piuttosto che andare tutto intero all’inferno. Nella Bibbia è stato detto: Chi vuole abbandonare la propria moglie deve darle una dichiarazione scritta di divorzio. Ma io vi dico: chi manda via la propria donna — salvo il caso di relazione illegale — la mette in pericolo di diventare adultera. E chi sposa una donna abbandonata dal marito commette adulterio anche lui. Voi sapete pure che nella Bibbia è stato detto ai nostri padri: Non giurare il falso, ma fa’ quel che hai promesso con giuramento di fronte a Dio. Ma io vi dico: non giurate mai né per il cielo, che è il trono di Dio; né per la terra, che è lo sgabello dei suoi piedi; né per Gerusalemme, che è la città del Signore. Non giurare nemmeno sulla tua testa, perché tu non hai neppure il potere di far diventare bianco o nero uno dei tuoi capelli. «Semplicemente, dite “sì” quando è “sì” e “no” quando è “no”: tutto il resto viene dal diavolo».

Dal primo istante della loro esistenza, i pianeti, le stelle, le galassie, l’universo seguono delle procedute precise ed esatte nel loro meraviglioso movimento: quelle procedure non sono state stabilite dall’uomo ma dal Creatore. Anche la natura, la biologia, la meccanica, la vita, seguono le loro meravigliose leggi o procedure. I bambini per formarsi, svilupparsi e crescere nel ventre materno devono seguire delle precise leggi o procedure della gravidanza, indipendentemente dalle madri. E queste leggi o procedure che ci sono nell’Universo non sono state decise dall’uomo o dalla scienza: sono opera del Creatore. Esse esistono e funzionano indipendentemente dalla scienza e dal fatto che l’uomo conosca o non conosca la loro esistenza e il loro funzionamento. Anzi la scienza è proprio questa: scoprire e conoscere le leggi o le procedure dell’Universo. Conoscere la legge o la procedura di una realtá, permette all’uomo di utilizzare quella realtá a suo favore. Prendiamo per esempio il cancro o il “coronavirus”: ancora non si conoscono le procedure della formazione e dello sviluppo di queste malattie e per questo non si puó intervenire per sconfiggerle. Ma nel momento in cui si conoscerá bene come procedono nelle loro formazioni, nel loro sviluppo e nella loro diffusione, sará facile sconfiggerle e guarire! Questo nel campo fisico e materiale; e queste procedure il Creatore non le ha rivelate all’uomo. È l’uomo che le scopre piano piano, grazie all’intelligenza che gli ha dato il Creatore. Anche nel campo sociale e nel campo morale ci sono delle procedure da seguire. Anche l’uomo singolo, la societá, l’umanitá, per funzionare bene devono procedere in un determinato modo, devono seguire delle particolari procedure o leggi morali. Queste procedure morali, peró, diversamente dalle procedure fisiche, Dio le ha rivelate all’uomo: esse sono contenute nella Parola di Dio, in ogni Parola di Dio, in ogni Legge di Dio. Le Leggi di Dio sono le procedure morali, sono il libretto delle istruzioni di come funziona l’uomo, la societá, l’Umanitá. Le Leggi di Dio non le si possono abolire. Se si aboliscono o si manipolano, per esempio, le leggi fisiche della natura succede una catastrofe globale, mondiale. La stessa cosa succede se si aboliscono o manipolano le leggi morali: ed è quello a cui noi assistiamo ogni volta che si eliminano Dio e le sue Leggi.  Per questo Gesú dice che non è venuto per abolire la Legge che Dio ha dato a Mosé sul Monte Sinai. Gesú non puó cambiare la legge di Mosé, perché chi ha dato quella Legge, in mezzo ai fulmini sul monte Sinai è stato Dio-Altissimo.  E Gesú stesso è Dio-Altissimo e non puó smentire se stesso. Ma puó riportare la Legge di Dio nella sua antica completezza e perfezione. Questo sí. Questo lo puó fare. Perché gli uomini lungo i secoli hanno reso quella legge di Dio incomprensibile, impossibile da praticare; l’hanno moltiplicata, l’hanno soffocata, sovrapponendo leggi e precetti, precetti e leggi (da 10 comandamenti ne hanno fatto piú di 600), tratti dal loro pensiero, secondo il loro utile. E una pianta non puó sopravvivere se viene sommersa continuamente da valanghe, da rifiuti, da fango, da macerie e da inondazioni. La pianta muore. Cosí è stata per la Legge di Dio data a Mosé. La Legge è morta in molti cuori, è stata soffocata sotto le valanghe di troppe interpretazioni. Gesú é venuto a levarle tutte, a disseppellire la Legge, a risuscitarla. Ora è la perfezione. Quello che Gesú dice è la perfezione. E se la legge di Dio non la puó abolire Gesú, figuriamoci noi! E allora se la legge di Dio dice di non uccidere, di non distruggere la vita, allora non solo l’omicidio e il suicidio sono proibiti e sono peccati, ma anche l’aborto e l’eutanasia sono peccato e non si devono praticare. Se la legge di Dio dice di “non fornicare” e di “non commettere adulterio”, vuol dire che la “fornicazione” e l’”adulterio” sono peccati. E se nemmeno Gesú la puó abolire, chi è l’uomo che si permette di abolirla? Eppure oggi è di moda sia la fornicazione, attraverso la pratica del cosiddetto amore-prova nella convivenza e nei rapporti fuori del matrimonio, sia l’adulterio, dopo un fallimento matrimoniale. E cosí con altre Leggi di Dio. Gesú sa che quello che insegna sarà amaro e duro per molti. Ma Lui non puó mentire, solamente per dire le cose che piacciono agli uomini. Gesú é la Veritá e deve dire la veritá anche se la verità che dice gli creerá dei nemici. Perció ci dice: guardatevi dai falsi maestri. Essi si presentano a voi come se fossero agnelli: belle maniere, pieni di comprensione, sorrisi sulla bocca, atteggiamenti di misericordia verso coloro che sbagliano anche se non si vogliono pentire e cambiare vita…; attenzione, dentro i loro cuori sono lupi rapaci: vogliono rubare la vostra onestá, vogliono rapinare la vostra anima.  Dicono di amare la verità e seminano menzogne. Studiateli bene e non seguiteli! E oggi, sono molti questi falsi maestri, od ogni livello: sia a livello giornalistico, sia a livello televisivo, sia a livello politico, sia a livello sociale, sia a livello religioso. State attenti! Non seguiteli!

vai all'archivio »