Letture della Domenica

*************************************************************************************************************************************

L’ufficio della Missione rimarrá
CHIUSO PER FERIE

dal 26 Luglio al 31 Agosto 2020

In casi URGENTI
rivolgersi alla Parrocchia tedesca della zona in cui si abita.

 

La S. Messa in lingua italiana riprenderà

DOMENICA 

6 SETTEMBRE 2020


BUONE FERIE A TUTTI

***********************************************************************************************************************************************************************************************************************************

 

06 Settembre  2020

XXIII DOMENICA T.O.

ANNO A

PRIMA LETTURA

Dal libro del profeta Ezechiéle (33,7-9)

Cosí dice il Signore: “Figlio dell´uomo, io ti ho costituito sentinella per gli Israeliti; ascolterai una parola dalla mia bocca e tu li avvertirai da parte mia. Se io dico che un uomo malvagio deve morire, tu hai il compito di avvertirlo perché cambi vita. Se tu non l´avverti egli morirá per le sue colpe, ma per me tu sarai responsabile della sua morte. Se invece tu lo avverti di cambiare il suo comportamento ed egli non lo fa, morirá per le sue colpe, ma tu avrai salvato la tua vita.

 

SALMO RESPONSORIALE

Rit. Ascoltate oggi la voce del Signore.

Venite, cantiamo al Signore,
acclamiamo la roccia della nostra salvezza.
Accostiamoci a lui per rendergli grazie,
a lui acclamiamo con canti di gioia. Rit.

Entrate: prostràti, adoriamo,
in ginocchio davanti al Signore che ci ha fatti.
È lui il nostro Dio
e noi il popolo del suo pascolo,
il gregge che egli conduce. Rit.


Se ascoltaste oggi la sua voce!
«Non indurite il cuore come a Merìba,
come nel giorno di Massa nel deserto,
dove mi tentarono i vostri padri:
mi misero alla prova
pur avendo visto le mie opere». Rit.  

 

SECONDA LETTURA

 

Dalla  lettera di san Paolo apostolo ai Romani (13,8-10)

Carissimi, non abbiate alcun debito con nessuno, se non quello di un amore vicendevole; perché chi ama il suo simile ha ubbidito a tutta la legge di Dio. La legge dice: „Ama il tuo prossimo come te stesso“. 
In questo comandamento sono contenuti tutti gli altri, come per esempio: „Non commettere adulterio, non uccidere, non rubare, non desiderare la donna o l‘uomo che appartiene ad un‘altra persona“. Chi ama il suo prossimo, non gli fa del male. Quindi, chi ama, mette in pratica tutta la legge.

VANGELO

Dal vangelo secondo Matteo (18,15-20)

Dice Gesú: „Se un tuo fratello ti fa del male, vá a trovarlo e mostragli il suo errore, ma senza farlo sentire agli altri. Se ti ascolta, avrai ricuperato  tuo fratello. Se invece non vuole ascoltarti, fatti accompagnare da una o due persone, perché  sia fatto come dice la Bibbia: ogni questione sia risolta mediante due o tre testimoni. Se non vuole ascoltare nemmeno loro, vá a riferire il fatto alla comunitá dei credenti. Se poi non ascolterá neppure la comunitá, consideralo come un estraneo. Vi assicuro che tutto quel che voi avrete proibito sulla terra sará proibito anche in cielo; e tutto quel che voi permetterete sulla terra sará permesso anche in cielo. E ancora vi assicuro che se due di voi, in terra, si troveranno d´accordo su quel che devono fare e chiederanno aiuto nella preghiera, il Padre mio che é in cielo glielo concederá. Perché, se due o tre si riuniscono per invocare il mio nome, io sono in mezzo a loro“.

 

PREGHIERA DEI FEDELI

C: Il Vangelo ci ha assicurati: “Se due di voi sopra la terra si metteranno d’accordo per domandare qualche cosa, il Padre mio che é nei cieli la concederà loro“. Con questa fiducia rivolgiamo a Dio la nostra preghiera.

L: Preghiamo insieme e diciamo:
A:
Sostieni e guida, o Padre, il nostro cammino.

  • Per la santa Chiesa di Dio: sia comunità fraterna di scambio e di riconciliazione, non respinga e non scomunichi nessuno, ma accolga tutti con amore, preghiamo:
     
  • Per le famiglie e le comunità cristiane: sappiano superare nel dialogo e nella correzione fraterna i limiti e i difetti dei loro membri, preghiamo:
     
  • Per noi qui presenti: il riconoscimento dei  nostri limiti e dei nostri peccati, ci renda piú indulgenti, piú pazienti e piú disposti a perdonare i nostri fratelli, preghiamo:

 

C: Concedi Padre, che vivendo nella carità, nella comprensione reciproca e nella pazienza, guadagniamo il cuore dei nostri fratelli e rendiamo presenti tra di noi Gesù Cristo, tuo Figlio e nostro Signore.

Per Cristo nostro Signore.

A: Amen.