Buona Pasqua 2019

20 Aprile 2019

BUONA PASQUA A TUTTI

In un tempo e in uno spazio
in cui il mondo gioisce per la morte del Dio cristiano
e della morale cattolica
(in giro, nei negozi, non si trovano piú,
almeno qui,
neanche le cartoline pasquali di augurio),
noi festeggiamo e gioiamo, invece,
per la risurrezione di Cristo-Dio,

l’unica Via per arrivare al Padre,
l’unica e completa Veritá
su cui modellare la nostra esistenza umana,
l’unica Vita da cui e per cui ogni cosa è stata creata
e che riceve esistenza e vita
e che sará poi goduta in pienezza nell’eternitá beata,

l’unico Maestro da ascoltare e seguire
e
l'unico Salvatore dell'Umanitá.
La morte di Dio, e con lui, di conseguenza,
anche la morte del male,
da parte del mondo contemporaneo,
súbito sostituito dal culto
della libertá assoluta dell’uomo,
nuovo re Mida della mitologia greca,
capace di trasformare in "oro", ossia in “bene”,
tutto il male che pensa, che decide e che fa,
non ci mette paura
perché è un falso ideologico, esistenziale e storico.
Ci riempie di gioia, di entusiasmo e di speranza, invece,
la risurrezione di Gesú.
“Dio vive. Cristo vive”
ed è sempre in mezzo a noi,
non soltanto nel migrante e nel povero
(come si va dicendo, ripetutamente,
fino alla noia, da piú parti),
ma principalmente nell’Eucaristia
che è il vero, unico, grande tesoro
della Chiesa Cattolica.
Con Cristo, noi cristiani cattolici,
che crediamo nel Credo
e in tante altre veritá insegnate nella storia
dagli allora Pastori
e vissute dai nostri predecessori
di ogni generazione,
continueremo ad avere sempre
uno sguardo d’amore per tutti,
e soprattutto per coloro
per cui Gesú si è fatto uomo, è morto ed è risorto.


LA MISSIONE CATTOLICA ITALIANA
VILLINGEN-SINGEN
AUGURA UNA FRATERNA, GIOIOSA
E SANTA PASQUA
A TUTTI


L'augurio é che ognuno possa risorgere
ad una maggiore speranza:
passerá questo tempo di confusione
e disorientamento generale
e risplenderá nuovamente
la gloria di Cristo sull’umanitá intera.
Benedizioni abbondanti su tutti voi,
cuori assetati d’amore, assetati di Dio.


 



Vai all'archivio »