Coro & Audio

Chi canta di tutto cuore e con gioia ama cio' che ha cantato, ama Colui per il quale ha cantato!

 

SANTA MESSA

Anno A
SONO MOMENTANEAMENTE

SOSPESE LE FUNZIONI RELIGIOSE

RESTIAMO SPIRITUALMENTE

UNITI NELLA PREGHIERA

OSANNA AL FIGLIO DI DAVID



OSANNA AL FIGLIO DI DAVIDE

 

Rit. Osanna al Figlio di David Osanna al Redentor.

 

Apritevi, o porte eterne: / Avanzi il Re della gloria.
Adorin cielo e terra / l'eterno suo Poter. Rit.

 

1. Aprite i cuori a Cristo / il Re d‘Amor si avvicina

    ci dona Corpo e Sangue / e salva tutti noi. Rit.

 

O monti, stillate dolcezza: / il Re d'amor s'avvicina;
si dona in pane vivo / ed offre pace al cuor. Rit.

O Vergine, presso l'Altissimo / trovasti grazia e onor:
soccorri i tuoi figli / donando il Salvator. Rit.

Verrai un giorno Giudice, / o mite e buon Gesù,
Rimetti i nostri errori / nel tempo del perdon. Rit.

2. Onore, lode e gloria / al Padre Creator

al Figlio Redentor / allo Spirito Santo Amor. Rit.

 

 


PATER NOSTER: CANTO AL PADRE NOSTRO



Pater noster qui es in caelis
Sanctificetur nomen tuum
Adveniat regnum tuum
Fiat voluntas tua, sicut in caelo et in terra

Panem nostrum cotidianum da nobis hodie.
Et dimitte nobis debita nostra
Sicut et nos dimíttimus debitoribus nostris.
Et ne nos inducas in tentationem,
Sed libera nos a Malo

 


IL SIGNORE é LA LUCE: "GIOVEDÌ SANTO E VENERDÌ SANTO" CANTO ACCLAMAZIONE AL VANGELO



Il Signore é la luce che vince la notte

Rit. Gloria! gloria! Cantiamio al Signore! (2)

Il Signore é la vita che vince la morte (Rit.)

Il Signore é la grazia che vince il peccato (Rit.)

Il Signore é la gioia che vince l'angoscia (Rit.)

Il Signore é la pace che vince la guerra (Rit.)


SHALOM (VI LASCIO LA PACE) CORI: "GIOVEDÌ SANTO" CANTO DI PACE



Rit. Vi lascio la pace vi do la mia pace
quella che viene da Dio
La pace che offro è Shalom per la vita
è luce al vostro cammino
La pace che offro è Shalom per la vita
è luce al vostro cammino

La shalom è misericordia
La shalom è verità
La shalom è giustizia
Ha il sapore di novità
La shalom è Alleanza
La shalom è bontà
La shalom è fratellanza
È dono per la libertà: Rit.

La shalom è benevolenza
La shalom è onestà
La shalom è tutto il bene
La shalom è fecondità
La shalom è la speranza
La shalom è felicità
La shalom è amicizia
La shalom è eternità: Rit.


UMILIA TE STESSO: VENERDÌ SANTO * CANTO PENITENZIALE DOPO LA 1A LETTURA



Umilia te stesso davanti al Signore (2x)
E lui ti rialzerà                                         
sempre piú in alto e Lui ti rialzerà                                  
Umilia te stesso davanti al Signore (2x)
E lui ti rialzerà                                
sempre piú in alto e Lui ti rialzerà                      
Umilia te stesso davanti al Signore (2x)

E lui ti rialzerà                                
sempre piú in alto e Lui ti rialzerà                      
piú in alto del cielo e Lui ti rialzerà
E lui ti rialzerà
sempre piú in alto e Lui ti rialzerà                      
piú in alto del cielo e Lui ti rialzerà
umilia te stesso davanti al Signore (3x)                        
E lui ti rialzerà (3x)           


SHALOM CHAVERIN: CANTO DI PACE



1. La pace di Dio scenda su noi
SHALOM SHALOM
la pace prepara e Lui verrá
su noi, su di noi   (si ripete)

2. La gioia di Dio scenda su noi
SHALOM SHALOM
la gioia diffondi e Lui verrá
su noi, su di noi   (si ripete)

3. L’amore di Dio scenda su noi
SHALOM SHALOM
l’amore regala e Lui verrá
su noi, su di noi   (si ripete)
(alla fine, l’ultimo rigo, 3 x)


SANTO SABAOTH: "DOMENICA DELLE PALME" CANTO AL SANTO



Rit. Santo é santo, santo è santo,
santo santo é santo,
santo è santo, santo santo é santo
Dio Sabaoth.


I cieli e la terra sono pieni di te (2x)
Benedetto colui che viene nel nome del Signore (2x)

Osanna nelle altezze, osanna (2x) Rit.
Osanna nelle altezze, osanna (2x) Rit.


TE, AL CENTRO DEL MIO CUORE "DOMENICA DELLE PALME" CANTO DI COMUNIONE



1. Ho bisogno di incontrarti nel mio cuore
di trovare Te, di stare insieme a Te;
unico riferimento del mio andare,
unica ragione Tu, unico sostegno Tu.
Al centro del mio cuore ci sei solo Tu.

2. Anche il cielo gira intorno e non ha pace,
ma c’è un punto fermo, è quella stella lá.
La stella polare è fissa ed è la sola,
la stella polare Tu, la stella sicura Tu.
Al centro del mio cuore ci sei solo Tu.

Rit.: Tutto ruota attorno a Te, in funzione di Te/
E poi non importa il “come”, il “dove”, e il “se”.

3. Che Tu splenda sempre al centro del mio cuore,
il significato allora sarai Tu,
quello che faró sará soltanto amore.
Unico sostegno Tu, la stella polare Tu.
Al centro del mio cuore ci sei solo Tu.

Rit.: Tutto ruota attorno a Te, in funzione di Te/
E poi non importa il “come”, il “dove”, e il “se”.

4. Ho bisogno di incontrarti nel mio cuore
di trovare Te, di stare insieme a Te;
unico riferimento del mio andare,
unica ragione Tu, unico sostegno Tu.
Al centro del mio cuore ci sei solo Tu.


SETE DI VERITá: 2° CANTO DI COMUNIONE



È sera e non finisce mai
la mia sete di veritá,
è l´alba e ricomincia sempre
la mia sete di veritá:
eterna come i nostri monti
come i primi fiori,
la cerchi come quando frughi
gli occhi di chi ami.

Rit.: In fondo a tutto sei tu, Signore
La mia fonte di veritá
La mia fonte di veritá.

2. Mi sono fermato spesso al sole
lungo queste strade,
a tutte le sorgenti umane
ho bevuto arsura
e mi chiedevo dentro al cuore
io, io chi sono?
E ogni mio respiro cerca
Questa veritá. Rit.

3. Mi sono poi deciso a bere
l´acqua del mio pozzo,
una sorgente sempre fresca
e non finisce mai:
è un´acqua sempre nuova
e non sai mai da dove viene,
e ogni giorno è sempre nuova
la mia veritá. Rit.


E TU POSSA VEDERE: VEGLIA



Nebbia fitta ingombe sul mondo,
ma tu sorgi e guarda lontano:
Sale il monte uno stuolo di santi
Come un fiume che mai cesserá.

Tutti: Possa tu amare Comunitá
libera e felice come una sposa.
Possa tu gioire Comunitá
libera e felice come una sposa

E lo spirito dai quattro venti
Soffrirá su una terra umiliata,
E saranno profeti i tuoi figli,
Rivestiti di forza e bontá. Rit.

C´é lo sposo! L´inverno é passato:
La gazzella é apparsa nei campi
E ci invitano i mandorli in fiore
A cantare la vita per lui. Rit.


CORPO DI CRISTO, SANGUE DI CRISTO: "GIOVEDÌ SANTO" CANTO DI COMUNIONE



La stessa musica di NOTTE DI PASQUA

1. Corpo di Cristo, silenzio d‘Amore
lá sull’altare ci accoglie il Signore.
Corpo di Cristo, un pane spezzato,
Egli il suo Corpo ci ha regalato.

Rit.  Corpo di Cristo, c’é Cristo Signore,
parla con l’uomo, gli dona il suo amore.
Sangue di Cristo, se muore il Signore,
Lui oggi é vivo in mezzo a noi.

2. Sangue di Cristo, il calice é pieno
e Lui lo beve per il mondo intero.
Sangue di Cristo, un vino versato,
Egli la vita ci ha regalato. (Rit.)

3. Corpo di Cristo, il mondo in ginocchio
vede il suo Dio in croce giá morto.
Corpo di Cristo, speranza nel cuore,
Egli ci offre un dono d’amore. (Rit.)

4. Sangue di Cristo, sei fonte di vita,
vita eterna, veritá infinita.
Sangue di Cristo, presenza tra noi,
Egli ci rende fratelli suoi. 
(Rit. alla fine l‘ultimo rigo 2x)
 


ECCO L'UOMO (SEQUERI) : "VENERDÌ SANTO" CANTO DI COMUNIONE



I nostri occhi hanno visto
quello che noi non avremmo voluto
vedere mai!
Le nostre orecchie hanno udito
quello che noi non avremmo voluto
sentire mai!

L’Uomo che non ha mai giudicato
eccolo condannato!
L’Uomo che noi non avremmo lasciato
ora è rimasto solo!
L’Uomo che tanto abbiamo cercato
noi non l’abbiamo amato!
L’Uomo che noi non abbiamo creato
ora l’abbiamo ucciso!

Nacque tra noi visse con noi.
Uno di noi lo consegnò.
Fu crocifisso dall’uomo che amava.
E dopo aver perdonato morì.

Nella memoria di questa Passione
noi ti chiediamo perdono, Signore,
per ogni volta che abbiamo lasciato
il tuo fratello morire da solo.

Noi ti preghiamo Uomo della Croce
figlio e fratello
noi speriamo in Te. (2 volte).

Nella memoria di questa tua Morte
noi ti chiediamo coraggio, Signore,
per ogni volta che il dono d’amore
ci chiederà di soffrire da soli.

Noi ti preghiamo...

Nella memoria dell’ultima Cena
noi spezzeremo di nuovo il tuo Pane
ed ogni volta il tuo Corpo donato
sarà la nostra speranza di vita.

Noi ti preghiamo...

 


IL CROCIFISSO SONO IO * VENERDÍ SANTO: CANTO DOPO LA SECONDA LETTURA



Ora che il Crocifisso sono io
guardami Padre tu
come guardi il Figlio Tuo.
Ora che il Crocifisso sono io
amami Padre tu
come ami il Figlio Tuo.

Su di me un mare immenso di dolore
e non capisco il perché.
Tu sei una delusione.
Io ti cerco assetato su una croce
lascia che gridi anch'io,
sono tuo figlio Dio.

Rit. Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?
lo non posso mai capire perché ami e crocifiggi.
Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?
Solo tu mi puoi spiegare perché ami e crocifiggi.

Ora in te si rasserena il cuore
non se ne va il dolore
ma non sono più solo.
Tu mi dai una forza sorprendente,
mi rendi sorridente
nel gridare insieme a Te.

Rit. Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato
ora credo di capire perché ami e crocifiggi.
Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato
solo tu mi fai capire perché ami e crocifiggi.
 


GESú (GIOSY): GIOVEDÌ SANTO * 1° CANTO ALLA LAVANDA DEI PIEDI



Una notte d´inverno era nato un bambino:
Per chi comandava era un uomo di piú.
La madre: una donna, inesperta bambina,
gli dona una vita umana e infinita.
In lui la speranza di tutto il passato,
un popolo intero sognó per lui..
Portava nel mondo una rivoluzione:
Un fuoco, un amore per l´umanitá.

Si chiamava Gesú, invadeva la storia,
dava un volto d´amore all´umanitá.

Nasceva cosí tra la povera gente
Che aveva giá scelto come amica di vita.
E poi litigava con tutti i potenti,
con tutti i nemici della povera gente.
Amava i bambini e i peccatori:
Per essi, diceva,c´é un posto nel cielo.
Io sono venuto per chi é malato,
io sono la Via di  chi non ha strade.Rit:

Chiamava per nome la gente del lago,
gli andavano dietro come tanti bambini .
Incontró Maddalena, la donna di tutti:
Le dette un sorriso, un amore pulito.
E su un prato immenso la gente la sera
Chiedeva del pane: avevano fame.
Scherzó con gli amici, poi prese del pane:
Guardó verso il cielo, sfamó tutto il mondo.Rit:

Guardava negli occhi di chi é nel dolore,
a tutti donava uno sguardo d´amore.
Ed era un amico per chi sulle strade
Tendeva una mano da uomo di fede.
E sai come muore la gente che ama:
C´é sempre un amico che é pronto a tradirti.
Cosí quella sera, tra ombre di luna,
bastó solo un bacio per farlo morire. Rit:
 


PADRE NOSTRO: "GIOVEDÌ SANTO" CANTO AL PADRE NOSTRO



Padre, Padre
Padre nostro che sei nei cieli
sia santificato il tuo nome
venga il tuo regno
sia fatta la tua volontà:
Come in cielo così in terra
sia santificato il tuo nome
venga il tuo regno
sia fatta la tua volontà.

Dacci oggi il nostro pane quotidiano
e rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo ai nostri debitori
Padre Padre
E non ci indurre in tentazione
ma liberaci dal male
ma liberaci dal male
ma liberaci tu dal male
Amen Amen


AMA E CAPIRAI "DOMENICA DELLE PALME" CANTO FINALE



Sempre ho chiesto il perché?
Sempre ho domandato a Te:
„Dimmi, perché c'é il dolor?
quando il mondo cerca amor!"
Una parola, solo mi hai dato
Come risposta ai miei perché!
Mi hai detto: „Ama, se vuoi capire,
vedrai la luce sgorgare in te! "

1. Ama, - ancora dici a me -
ama, e capirai perché,
ama, non resterà il dolor
troverai, l'Amor!

2. Liebe! Und du verstehst das Leid  
Liebe! Dann findest du die Freud'   
Liebe! Und du bist endlich frei  
und dein Leben wird neu.

3. Ama, se vuoi felicità
Ama, e gioia offrirai
Ama, dolori allevierai 
Dio, in te, agirà.

4. Ama, il cuore esulterà,
Ama, la vita sorriderà,
Ama, il male vincerai,
Tutto in te cambierà.

5.Ama, - ancora dici a me -
ama, e capirai perché,
ama, non resterà il dolor 
troverai, l'Amor! (2 x)


PERDONAMI SIGNORE



Tu hai un figlio peccatore.
Tu hai un figlio senza amore.

Io sono il figlio peccatore.
Io sono il figlio senza amore.
Perdonami, Signore.
Perdonami, Signore.

Tu hai un figlio che è lontano.
Tu hai un figlio poco umano.

Io sono il figlio che è lontano.
Io sono il figlio poco umano.
Perdonami, Signore.
Perdonami, Signore.

Io sono il figlio dell'amore.
Ritorno a casa con dolore.

Sento l'abbraccio tuo di Padre,
cuore di Dio, di una madre.
Perdonami, Signore.
Perdonami, Signore.


ANIMA DI CRISTO * CANTO DI COMUNIONE



Anima di Cristo, santificami
Corpo di Cristo, salvami
Sangue di Cristo inebriami
Acqua del costato, lavami.

Lode a te, per la tua immensa caritá,
lode a te, tu ti doni a me.
Lode a te per la tua immensa caritá.
O Signor io mi dono a te.

Passione di Cristo, confortami
O buon Gesú, esaudiscimi
Nella tue piaghe, nascondimi
Non permetter ch’io mi separi da te.

Lode a te, per la tua immensa caritá,
lode a te, tu ti doni a me.
Lode a te per la tua immensa caritá.
O Signor io mi dono a te.

Dal maligno, difendimi
Nell’ora della morte, chiamami
E comandami di venire da te
Con i santi tuoi, adorarti.

Lode a te, per la tua immensa caritá,
lode a te, tu ti doni a me.
Lode a te per la tua immensa caritá.
O Signor io mi dono a te.

Anima di Cristo, santificami
Corpo di Cristo, salvami
Sangue di Cristo inebriami
Acqua del costato, lavami.

Lode a te, per la tua immensa caritá,
lode a te, tu ti doni a me.
Lode a te per la tua immensa caritá.
O Signor io mi dono a te.


RITMATE SUI TAMBURI:" DOMENICA DELLE PALME"



1. Ritmate sui tamburi
un inno al mio Dio,
sull'arpa e sulla cetra la lode per Lui.

Rit.: Ti dirò grazie, ti benedirò, Signore,
ti dirò grazie, ti benedirò!
Dio, sei mia forza,
se mi abbandono in te,
sei la mia salvezza,
se confido in te, Signore.
Ti dirò grazie, ti benedirò, Signore,
ti dirò grazie, ti benedirò!

2. Cantate un canto nuovo
tra squilli di tromba,
con organi festosi suonate per lui. Rit.

 


RABBUNí: " DOMENICA DELLE PALME" CANTO TRA LE LETTURE



Insegnami la via dell'amore
tu che donasti per amore la tua vita
ti prego stringi forte la mia mano
sto scivolando verso il buio senza fine
io son come una vela - sperduta in mezzo al mare
tu soffia ed io andrò dove vorrai.

Rit.: Rabbunì, Rabbunì, Rabbunì
voglio starti per sempre vicino
quello che tu vorrai -
lo farò sono qui
Rabbunì, Rabbunì, Rabbunì.

Dicesti a Pietro:
"Vieni, ci son io cammina pure
non avere alcun timore"
ed io le sento ancor le tue parole
che stanno entrando
goccia a goccia nel mio cuore
ma dammi tanta fede -
lo sai che ho paura
io son come un bambino innanzi a te. Rit.

Dicesti: "Io son la vite e voi i tralci
senza di me non conterete
proprio niente"
ed io voglio legarmi a te Signore
perchè nessuno più di te mi sa capire
il sole mi riscalda - e l'acqua mi disseta
ma tutto questo è niente senza te. Rit.

Maria dolce e cara mamma mia
di me racconta tutto al figlio tuo divino
e fà che ascolti questa mia preghiera
a te non negherà la grazia che io chiedo
è lui che mi ha creato - è lui che mi ha amato
è lui che mi ama ancora e mi amerà. Rit.
 


NOTTE DI PASQUA: VEGLIA PASQUALE * CANTO DI COMUNIONE



In questa notte, notte d'amore,
muore Gesù, muore il Signore,
muore un fratello, muore un amico,
muore un bambino, muore tuo figlio.

In questa notte, notte d'amore,
tutta la gente perde l'onore,
Dio è ferito, l'uomo è finito,
sotto la croce non ha più voce.

In questa notte, notte d'amore,
batte il mio cuore, batte d'amore
per il mio Dio che mi domanda:
perché non amo, perché sono lontano?

In questa notte, notte d'amore,
anche le stelle stanno a guardare,
ma come mai un Dio d'amore
è rifiutato, è nel dolore.

Tutta la storia non ha capito,
bastava solo... il suo sorriso.


GESú MIO, PERDON PIETá "VENERDÍ SANTO" CANTO DURANTE L'ADORAZIONE DI CRISTO CROCIFISSO



(non c'é musica)

Gesú mio, con grosse corde
alla colonna, chi ti legó?

Rit. Sono stati i miei peccati,
Gesú mio, perdon pietá. \

Gesú mio, il dolce viso
Chi, crudele, ti schiaffeggió ? (Rit.)

Gesú mio, il sacro corpo
Chi, spietato, ti flagelló? (Rit.)

Gesú mio, la nobil fronte
Chi, di spine, la coronó? (Rit.)

Gesú mio, sulle tue spalle
Chi, la croce, ti caricó? (Rit.)

Gesú mio, le forti mani
Chi, con chiodi, ti trapassó? (Rit.)

Gesú mio, gli stanchi piedi
Chi, alla croce, li inchiodó? (Rit.)

Gesú mio, il sacro cuore
Chi, con lancia, ti trapassó? (Rit.)

Oh Maria, quel bel tuo figlio
Chi, l’uccise e lo strazió?

Sono stato io l’ingrato,
Madre mia, perdon pietá/
Sono stato io l’ingrato,
Madre mia, perdon pietá \
 


NOI TI OFFRIAMO SIGNORE: "DOMENICA DELLE PALME E GIOVEDÌ SANTO" CANTO DI OFFERTORIO



Rit. Noi ti offriamo Signore i frutti della terra
i frutti del nostro lavoro noi li offriamo a te.

1) Fa' che questo pane diventi il corpo, il corpo del Signore
e fa' che questo vino diventi il sangue, il sangue che ci lava
e accetta la nostra vita, insieme a questi doni,
mettiamo sull'altare tutto ció che abbiam (Rit.)

2) Fa' che la mia vita diventi segno, il segno del tuo amore
e fa' che quest'offerta diventi dono, il dono che consola
offriamo il nostro niente insieme a questi pani,
mettiamo sull'altare tutto ció che abbiam (Rit.)


GLORIA A TE, SIGNORE: "DOMENICA DELLE PALME" CANTO AL GLORIA



1. Gloria a te, Signore
In eterno
Quanto sei grande
Nella tua maestá

Rit. A te voglio cantare
Finché io vivo
Esulta il mio cuore
La mia gioia è in te.

2. Amo te, Signore… Rit.


ALLA MENSA DEL SIGNORE: " GIOVEDÌ SANTO" CANTO DI INIZIO



Alla mensa del Signore
noi facciamo comunione
col suo corpo, col suo sangue,
dono d'amore, fonte di vita.
Alla mensa del Signore
c´incontriamo coi fratelli,
per tornare alla fonte
dov´e la speranza, la nostra fede.

Il tuo popolo, Signore,
assetato del tuo amore,
é smarrito e cerca te,
per avere la luce,
la luce del cuore.

Alla mensa del Signore
c´incontriamo coi fratelli,
per tornare alla fonte
dov´é la speranza, la nostra fede.

Il tuo Spirito ci guida
Alla mensa tua Signore,
sacramento di salvezza,
segno d´amore,
divina presenza.

Alla mensa del Signore
c´incontriamo coi fratelli,
per tornare alla fonte
dov´é la speranza, la nostra fede.


Benedetto sei, Signore,
che ci nutri col tuo pane:
rendi forte questa fede,
trasforma la vita
in dono d´amore.

Alla mensa del Signore
c´incontriamo coi fratelli,
per tornare alla fonte
dov´é la speranza, la nostra fede.

Sei del Padre la Parola,
tu il Cristo Salvatore,
sei Pastore della Chiesa:
noi ti acclamiamo,
nostro Signore.

Alla mensa del Signore
noi facciamo comunione
col suo corpo, col suo sangue,
dono d'amore, fonte di vita.
Alla mensa del Signore
c´incontriamo coi fratelli,
per tornare alla fonte
dov´e la speranza, la nostra fede.

 


NEL MISTERO: "GIOVEDÌ SANTO"



Nel  mistero di questo pane,
loda il Corpo di Gesú;
nel mistero di questo pane,
t'adoriamo Trinità.

Nel mistero di questo vino,
loda il Sangue di Gesú;
nel mistero di questo vino,
ti lodiamo Trinità.

Nel mistero di questo amore,
noi ci uniamo con Gesú,
nel mistero di questo amore,
ti cantiamo Trinità.
 


SIGNORE PIETá (G. CENTO): "VENERDÌ SANTO" CANTO TRA LE LETTURE



1. Signore,
Signore pietá di noi.
Signore pietá di noi
Signore pietá
pietá di noi.

2. Cristo
Cristo pietá di noi.
Cristo pietá di noi.
Cristo pietá
pietá di noi.

3. Signore
Signore pietá di noi
Signore pietá di noi
Signore pietá
pietá di noi.
Pietá di noi
 


PACE A TE, PACE A TE " DOMENICA DLLE PALME" CANTO DI PACE



Nel Signore io ti do la pace,
pace a te, pace a te. (2x)
Nel suo nome resteremo uniti,
pace a te, pace a te. (2x)

E se anche non ci conosciamo,
pace a te, pace a te. (2x)
Lui conosce tutti i nostri cuori,
pace a te, pace a te. (2x)

Se il pensiero non é sempre unito,
pace a te, pace a te. (2x)
Siamo uniti nella stessa fede,
pace a te, pace a te. (2x)

E se noi non giudicheremo,
pace a te, pace a te. (2x)
Il Signore ci vorrá salvare,
pace a te, pace a te. (2x)
 


ABBA MISERICORDIA: "GIOVEDÌ SANTO" CANTO PENITENZIALE.



1. Non sono degno di essere qui,
Ho abbandonato la tua casa,
Ho dissipato i tuoi beni
Padre ho peccato
Contro il cielo e contro di te.

Rit.: Abbá, misericordia Abbá
Misericordia Abbá, Abbá
Abbá, misericordia Abbá
Misericordia Abbá, Abbá, Abbá

2. Non sono degno di essere qui,
ho disprezzato il tuo amore
ho calpestato il tuo cuore
Padre ho peccato
Contro il cielo e contro di te. (Rit.)

3. Non sono degno di essere qui,
ma ho bisogno del tuo amore
staremo insieme per sempre
Padre ho peccato
Contro il cielo e contro di te. (Rit.)
 


VIAGGIO NELLA VITA



Avevo tanta voglia di viaggiare
Tu mi dicesti: "Vai", ed io partii.
Son vivo, dissi allora ad una donna;
a te Amico mio, pensaci Tu.

Rit. Prendimi per mano, Dio mio,
guidami nel mondo a modo tuo.
La strada è tanto lunga e tanto dura,
però con te nel cuor non ho paura

Io sono ancora giovane, Signore,
ma sono tanto vecchio dentro il cuore.
Le cose in cui credevo m'han deluso,
io cerco solo amore e libertà. Rit.

Un giorno mi han proposto un altro "viaggio".
Il cuore me diceva: "Non partire".
Quel giorno ero triste e me ne andai,
la strada per tornar non trovo piú. Rit.

Per me è vicina ormai la grande sera,
il sole muore verso l'orizzonte.
lo sento che il tuo regno è piu vicino:
son pronto per il viaggio mio con te. Rit.