Coro & Audio

Chi canta di tutto cuore e con gioia
ama cio' che ha cantato,
ama Colui per il quale ha cantato!

********************************

15 Settembre 2019

Domenica XXIV T.O.
Anno C

Santa Messa
a SINGEN ore 9,00
a VILLINGEN ore 11,15
a KONSTANZ ore 16,00


 

ALLELUJA: PASSERANNO I CIELI: CANTO AL VANGELO



Alleluia, alleluia, alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia, alleluia!

Passeranno i cieli e passerà la terra,
la sua Parola non passerà! Alleluia,
alleluia!

Alleluia, alleluia, alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia, alleluia!


GLORIA (BUTTAZZO) * CANTO AL GLORIA



Rit.: Gloria a Di-o nell'al-to dei cie-li e
pa-ce in ter-ra agli uomi-ni.
Gloria a Di-o nell'al-to dei cie-li e
pa-ce in ter-ra a-gli uo-mi-ni.


Ti   lo-diamo, ti be-ne-di-cia-mo.
Ti   a-do-riamo, ti glo-ri-fi-chia-mo.
Ti   ren-dia-mo gra---zie
per la tua glo--ria im-men-sa. Rit.

Signore Di--o, Re     del cie-lo,
Di--o Padre on-ni--poten-te.
Ge-sù Cri--sto Agnel-lo di Di-o,
tu     Fi-glio del Pa-dre. Rit.

Tu che togli i pecca-ti del mondo
la nostra supplica ascolta Si-gno-re.
Tu  che sie-di alla de-stra del  Pa-dre,
ab-bi pie-tà di no--i. Rit.

Tu solo il Santo, tu solo il Si-gno-re,
Tu l'Altis-simo, Ge--sù Cri-sto.
Con  lo Spi-ri-to San---to
nel--la glo-ria del Pa-dre. Rit.


TEMPO DI RICOMINCIARE: CANTO DI INIZIO



Padre nostro siamo qui nella nostra povertà davanti a te.
Tu che di ogni cuore sai storie, luci, lacrime e verità;
dacci il tuo perdono che ci risana l'anima con la tua pace.
Padre nostro tu che puoi, tutti i nostri debiti, prendili tu
il ritorno che non c'è, la ferita, il torto che brucia di più;
il perdono che ci dai, ce l’offriamo tra di noi e lo chiediamo.

Rit. Oggi è tempo di ricominciare, tempo di perdono nella verità,
per comporre in terra un firmamento,
stelle sopra il fango d'ogni povertà e l'unità.


(letto) Rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori.
Padre Nostro aiutaci a perdonarci, non per dimenticanza, debolezza o indifferenza;
non perché quello che è grave è senza importanza, o perché è bene quel che è male,
ma col coraggio estremo e la libertà di accogliere l'altro così come è,
nonostante il male che ci ha fatto,
come tu accogli ciascuno, nonostante i suoi difetti.
Rit.

(letto) Non lasciarti vincere dal male, ma vinci con il bene il male.
Padre Nostro donaci occhi nuovi e cuore di madre verso l'altro,
e una misericordia che sempre copre, dà fiducia, crede, spera;
dacci la grazia di un'amnistia completa nel cuore,
di un perdono reciproco universale,
perché apriamo a chi ci ha fatto torto, la possibilità di ricominciare
e un avvenire in cui il male non abbia l'ultima parola.
Rit.

Vieni dolce Spirito scendi col tuo balsamo tu che lo puoi;
dove il cuore sanguina quando grida l'anima dentro di noi
soffia via la cenere, dacci il tuo respiro di misericordia.
Vieni Santo Spirito, rialzaci e rivestici di novità;
fa di noi il tuo lievito che nel mondo semina fraternità.
Scendi fuoco limpido, scendi fiume carico di primavera.

Rit. Oggi è tempo di ricominciare, tempo di perdono nella verità;
per comporre in terra un firmamento, stelle sopra il fango d'ogni povertà.
Firmamento stelle sopra il fango, stelle che nel buio brillano di più.
Firmamento dal respiro immenso, cielo sulla terra qui fra noi sei tu.
Oggi è tempo - firmamento - é l'unità! - É l´unitá - É l´unitá

 


PERDONAMI, SIGNORE: CANTO PENITENZIALE



Tu hai un figlio peccatore.
Tu hai un figlio senza amore.

Io sono il figlio peccatore.
Io sono il figlio senza amore.
Perdonami, Signore.
Perdonami, Signore.

Tu hai un figlio che è lontano.
Tu hai un figlio poco umano.

Io sono il figlio che è lontano.
Io sono il figlio poco umano.
Perdonami, Signore.
Perdonami, Signore.

Io sono il figlio dell'amore.
Ritorno a casa con dolore.

Sento l'abbraccio tuo di Padre,
cuore di Dio, di una madre.
Perdonami, Signore.
Perdonami, Signore.


ANTICA ETERNA DANZA: CANTO DI OFFERTORIO



Spighe d’oro al vento, antica, eterna danza
per fare un solo pane spezzato sulla mensa.
Grappoli dei colli, profumo di letizia
per fare un solo vino bevanda della grazia.

Con il pane e il vino
Signore ti doniamo
le nostre gioie pure, le attese e le paure.
Frutti del lavoro e fede nel futuro,
la voglia di cambiare e di ricominciare.

Dio della speranza, sorgente d’ogni dono
accogli questa offerta che insieme Ti portiamo.
Dio dell’universo raccogli chi è disperso
e facci tutti Chiesa, una cosa in Te.
 


RITMATE SUI TAMBURI: CANTO FINALE



1. Ritmate sui tamburi
un inno al mio Dio,
sull'arpa e sulla cetra la lode per Lui.

Rit.: Ti dirò grazie, ti benedirò, Signore,
ti dirò grazie, ti benedirò!
Dio, sei mia forza,
se mi abbandono in te,
sei la mia salvezza,
se confido in te, Signore.
Ti dirò grazie, ti benedirò, Signore,
ti dirò grazie, ti benedirò!

2. Cantate un canto nuovo
tra squilli di tromba,
con organi festosi suonate per lui. Rit.

 


SANTO "OSANNA EH": CANTO AL SANTO



Santo, oh oh oh oh oh oh, Santo  Osanna.
Santo, oh oh oh oh oh oh, Santo  Osanna.

Rit.: Osanna eh, Osanna eh,
Osanna a Cristo Signor ( Osanna eh)
Osanna eh, Osanna eh,
Osanna a Cristo Signor.

I Cieli e la Terra o Signore,  sono pieni di Te.
I Cieli e la Terra o Signore,  sono pieni di Te. Rit.


Benedetto colui che viene,   nel nome Tuo Signor.
Benedetto colui che viene,   nel nome Tuo Signor. Rit.


SU TUTTE LE STRADE DEL MONDO: CANTO DI COMUNIONE




Su tutte le strade del mondo
c´è un uomo che inventa una storia
di gioia, di pianto, d´amore;
son io, sei tu, siamo noi.
Su tutte le strade del mondo
la storia di Dio non muore;
un popolo crede, è in cammino:
sono io, sei tu, siamo noi.

Rit. Dio, Dio del cielo,
Dio d’ogni uomo
scendi sulla terra
e canta con noi questa vita.

Su tutte le strade del mondo
un uomo che nasce giá piange,
il volto d’un uomo e una donna
gli dona un sorriso e un amore.
Su tutte le strade del mondo
c’é un Dio che nasce ogni istante:
é vita che esplode al mattino
e tu non sei solo, c’é Lui. Rit.

Su tutte le strade del mondo
possiamo anche fare la guerra,
dipende soltanto da noi...
potresti anche amare se vuoi.
Su tutte le strade del mondo
c’é un Dio che offre un amore;
lo guardi, ma poi passi oltre...,
ti senti un vuoto nel cuore. Rit.

Io sono un ragazzo del mondo
davvero non mi manca niente,
a volte son triste, Signore,
son solo, mi manca un amore.
A giorni mi sento anche stanco,
ho fatto giá tante esperienze.
E’ vero, ti sembro giá grande,
ma forse son sempre un bambino. Rit.
 


E SIA LA PACE: CANTO DI PACE



1. E’ un uomo che parla di pace e amore,
è un uomo che dona liberazione
Signore dei Signori io lo chiameró
È venuto per sconfiggere la morte.
E sia la pace
E sia la gioia
Io canto perché ho visto il re dei re, Gesú
E sia la pace,
e sia la gioia
e se danzo la gioia entra in me

2. E’ un uomo che parla di gioia piena
È un uomo che dona la vita nuova
Signore dei Signori io lo chiameró
È venuto per sconfiggere la morte
E sia la pace
E sia la gioia
Io canto perché ho visto il re dei re, Gesú
E sia la pace,
e sia la gioia
e se danzo la gioia entra in me

E sia la pace
E sia la gioia
Io canto perché ho visto il re dei re, Gesú
(muto)
e se danzo la gioia entra in me

3. E’ un uomo che parla di perdono
È un uomo che dona la luce vera
Signore dei Signori io lo chiameró
È venuto per sconfiggere la morte
E sia la pace
E sia la gioia
Io canto perché ho visto il re dei re, Gesú
E sia la pace,
e sia la gioia
e se danzo la gioia entra in me

E sia la pace,
e sia la gioia
Io canto perché ho visto il re dei re, Gesú
(muto)
e se danzo la gioia entra in me

E sia la pace
E sia la gioia
Io canto perché ho visto il re dei re, Gesú
Pace e gioia
Pace e gioia
e se danzo la gioia entra in me
Pace e gioia
Pace e gioia
e se danzo la gioia entra in me