Pensa bene di tutti · Parla bene di tutti · Fai del bene a tutti!
 

L'abbraccio

L'ABBRACCIO

Un ragazzo di 16 anni era partito per l’estero, con un gruppo di amici di scuola, per una vacanza di studio. Quando tornó, con tutta la compagnia, sua madre lo stava aspettando all’aeroporto e quando lo vide, lo abbracció forte forte perché gli era mancato. Ma il ragazzo si arrabbió, dicendo che non era piú un bambino e che lo faceva vergognare di fronte agli amici. Queste parole lasciarono una ferita nel cuore della madre. Pensava che suo figlio non ci tenesse piú tanto a lei. Dopo 6 anni, il ragazzo dovette partire di nuovo per l’estero e, anche se aveva piú di 20 anni, la madre lo accompagnó per salutarlo, ma questa volta non lo abbracció piú. Si giró e con le lacrime agli occhi gli disse: “Addio figlio mio, abbi cura di te”. Quando il ragazzo tornó, sua madre, stranamente, non era lá ad aspettarlo. Una volta arrivato a casa, il ragazzo trovó un mazzo di fiori sul tavolo, con accanto una lettera di sua madre. La curiositá lo spinse a leggere subito la lettera, e dopo aver finito di leggerla, cadde in ginocchio, piangendo. La lettera diceva: “Figlio mio, sei anni fa quando eri tornato a casa piangevo di felicitá e ti ho abbracciato forte. Mentre tu stai leggendo queste parole, io sto giá al cimitero perché sono morta di cancro. Quando te ne sei andato l’ultima volta non ti ho abbracciato, ma mi sono girata per non farti vergognare davanti agli altri, peró ho pianto moltissimo, perché sapevo che era l’ultima volta che ti vedevo. Ti amo e ti ameró sempre. Con amore. Mamma".

vai all'archivio »