Pensa bene di tutti · Parla bene di tutti · Fai del bene a tutti!
 

Dio..., perché?

SONO APERTE LE ISCRIZIONI
AL SACRAMENTO DELLA CRESIMA E DELLA PRIMA COMUNIONE


(telefonicamente o di persona presso gli uffici della Missione, Wiener Platz 7,     78048 Villingen-Schwenningen Tel.: 07721-56283)
DA SUBITO E SI CHIUDERANNO
DOMENICA 04 OTTOBRE 2020


LE PRIME COMUNIONI VERRANO CELELBRATE
TRA MAGGIO E GIUGNO

LE CRESIME VERRANNO CELEBRATE
DOMENICA 14 MARZO 2021
A VILLINGEN.

******************

 

DIO..., PERCHÉ?

In una intervista alla Televisione americana, la giornalista Jane Clayson (nata nel 1967) ha chiesto ad una ragazza orfana a causa della tragedia delle 2 Torri gemelle, avvenuta l’11 Settembre 2001: “Perché Dio ha potuto permettere che avvenisse una sciagura del genere?”. La risposta che ha ricevuto è molto “interessante”.
Rispose la ragazza: “Io credo che Dio sia profondamente rattristato da questo, proprio come lo siamo noi. Ma per anni noi Gli abbiamo detto di andarsene dalle nostre scuole, di andarsene dal nostro governo, di andarsene dalle nostre famiglie e dalle nostre vite. Ed essendo Lui quel gentiluomo che è, io credo che con calma Egli si sia fatto da parte. Come possiamo sperare che Dio ci dia ogni giorno la Sua benedizione e la Sua protezione se Gli diciamo: “Lasciaci soli?”. Considerando i recenti avvenimenti (attacchi terroristici nelle scuole, persecuzioni, ecc.), penso che tutto sia cominciato 15 anni fa, cioè nel 1986, quando Madalyn Murray O’Hair 1919 – 1995 (fondatrice della “Associazione atei americani"), ha ottenuto che non fosse piú consentita alcuna preghiera nelle nostre scuole americane. E noi le abbiamo detto: OK.
Poi qualcuno ha detto: “È meglio non leggere la Bibbia nelle scuole” (la stessa Bibbia che dice: Tu non ucciderai; tu non ruberai; ama il prossimo tuo come te stesso). E noi gli abbiamo detto: OK.
Poi il Dr. Beniamino Spock (pediatra e scrittore, 1903 – 1988) ha detto: “Noi non dobbiamo sculacciare i nostri figli se si comportano male, perché la loro personalitá viene deviata e potremmo arrecare danno alla loro auto-stima”. E noi abbiamo pensato che un esperto sa di che cosa sta parlando, e cosí abbiamo detto: OK.
Poi qualcuno ha detto che sarebbe opportuno che gli insegnanti e i presidi non punissero i nostri figli quando si comportano male. E noi abbiamo detto: OK.
Poi alcuni politici hanno detto: “Non è importante ció che facciamo in privato, purché facciamo il nostro lavoro”. E d’accordo con loro noi abbiamo detto: OK.
Poi qualcuno ha detto: “Il presepe non deve offendere le minoranze”. E cosí nel famoso Museo delle cere “Madame Tussaud” di Londra, al posto di Maria e Giuseppe, hanno messo la cantante, modella e stilista Victoria Beckham e l’ex- giocatore David Beckham, suo marito. E noi abbiamo detto: OK.
Poi qualcuno ha detto “Stampiamo riviste con fotografie di donne nude e chiamiamo tutto ció <salutare apprezzamento per la bellezza del corpo femminile>". E noi gli abbiamo detto: OK.
Ora ci dobbiamo chiedere come mai i nostri figli non hanno coscienza e non sanno distinguere ció che è giusto, da cio che è sbagliato. Probabilmente, se ci pensiamo bene, noi raccogliamo ció che abbiamo seminato”.
Fin qui l’intervista.
E ora facciamo qualche riflessione.

1) Buffo come sia semplice per la gente gettare Dio nella spazzatura e poi meravigliarsi che il mondo stia andando all’inferno.

2) Buffo come crediamo a tutto quello che dicono i giornali, la televisione, gli opinionisti e poi invece contestiamo ció che dice la Bibbia.

3) Buffo come tutti vogliamo andare in Paradiso, ma al tempo stesso non vogliamo credere, pensare, né fare nulla di ció che dice la Bibbia.

4) Buffo come tutto ció che è indecente, scabroso, pornografico, volgare e osceno circoli liberamente in Internet, mentre le discussioni pubblicate su Dio, che non rispecchiano la mentalitá della maggioranza, vengono oscurate ed eliminate.

5) Buffo come a Natale la recita per i genitori non possa piú essere sulla nascita di Gesú, e al suo posto venga proposta una favola di Walt Disney.

6) Buffo come si sta a casa e non si lavora per una festa religiosa e poi non si conosca nemmeno e o non si creda nemmeno a quella festa religiosa.

7) Buffo come uno si possa preoccupare di ció che la gente pensa di lui, piuttosto che preoccuparsi di ció che Dio pensa di lui.

vai all'archivio »